“Percorsi di Sport” nasce dalla fotografia scattata dalle ricerche e dai sondaggi di Enti pubblici e privati in merito all’impatto del Covid sulla nostra vita quotidiana e sullo sport. Se le persone attive (quelle che praticano almeno una disciplina sportiva) nell’epoca pre-Covid erano il 73% della fascia 6-13 anni, il 59% di quella 14-19 ed il 20% degli adulti, con la pandemia abbiamo assistito ad un numero elevato di abbandoni: 48% tra i piccoli, 30% tra i teenagers e 26% tra gli over 20.
Per fronteggiare questo trend negativo e riattivare l’interesse per l’attività sportiva, favorendo l’assimilazione dei corretti e sani stili di vita e dei valori e principi etici che lo sport trasmette, a cominciare dall’inclusione sociale, OPES ha realizzato il progetto “Percorsi di Sport”, della durata di 12 mesi e composto da tre differenti linee di azione:
– I Webinar
– Il Contest
– I Villaggi dello Sport
Webinar e incontri online, destinati ai ragazzi più giovani (11-19 anni), sui valori e principi dello sport. L’incontro con atleti del mondo olimpico e paralimpico favorisce la discussione su tematiche come l’inclusione sociale delle persone con o senza disabilità, la parità di genere, l’integrazione sociale, la legalità, la lotta al bullismo e al cyberbullismo ed i corretti e sani stili di vita.
Un concorso sulla produzione di video-spot e claim di promozione sportiva, tra i ragazzi (14-19 anni) di Associazioni e Istituti secondari di secondo grado di sette province (Roma, Latina, Chieti, Torino, Cagliari, Agrigento e Milano). Previsti anche dei mini corsi online di comunicazione dello sport, di produzione e post produzione, tenuti da esperti del settore.
Eventi in presenza, gratuiti e accessibili a tutti, all’interno di veri e propri “villaggi del gioco e dello sport”, per la promozione delle discipline olimpiche e paralimpiche e l’esaltazione dello spirito socializzante, aggregante ed inclusivo della pratica sportiva. In questo modo lo sport punta a riprendersi i suoi spazi rientrando in contatto con i bambini, i ragazzi e le loro famiglie, ponendo attenzione all’inclusione dei ragazzi con disabilità o che si trovino in condizioni socio-economiche particolarmente svantaggiate.
Scopri tutti gli appuntamenti